Bioenergetica2018-04-12T11:16:37+02:00

Bioenergetica

L’ISOLA FELICE

Autore: Freddy Torta
Anno di pubblicazione: 2005
Editore: Silvia Editrice Srl

C’era una volta un poeta che aveva perduto l’amore: un giorno decise di partire per andarlo a cercare. Aveva nel bagaglio gli insegnamenti di un maestro che gli aveva mostrato la strada per ritrovare i sentimenti perduti. Il suo viaggio lo portò in un paese arrampicato su un vulcano: Ginostra, sull’isola di Stromboli, un luogo straordinario del nostro mondo, dove s’incontrano le forze primitive dell’aria, dell’acqua, del fuoco e della terra. Lì ritornò all’asilo della vita: ebbe come maestri la natura, gli animali e le persone. Viaggiò per anni e, un passo dopo l’altro, con l’aiuto della meditazione e della vita, riprese contatto con le forze originarie del suo io e riuscì a ritrovare il proprio amore. Dall’esperienza raccontata in questo libro ha preso vita “ LA RICERCA DEL PROPRIO AMORE ” , uno scritto ‘’collaterale” che sviluppa in forma analitica e sistematica il tema, già qui presente, del rapporto tra amore e amor proprio. I due libri sono autonomi ma collegati, uno integra l’altro e ne facilita la comprensione: per questo vi è in entrambi un segnalibro con un indice specifico, che consente un’immediata connessione tra i due lavori.

LA RICERCA DEL PROPRIO AMORE

Autore: Freddy Torta
Anno di pubblicazione: 2005
Editore: Silvia Editrice Srl

Questo libro affronta il tema del rapporto tra amore e amor proprio: l’analisi dei motivi che spesso ci portano alla perdita sia dell’uno che dell’altro è accompagnata da una proposta terapeutica che integra gli insegnamenti fondamentali della psicanalisi e della psicoterapia corporea di Wilhelm Reich e di Alexander Lowen, con quelli delle discipline che affondano le loro radici nelle filosofie e nelle religioni orientali. “LA RICERCA DEL PROPRIO AMORE”, e “L’ISOLA FELICE – Viaggio alla ricerca dell’amore perduto” sono due libri autonomi ma collegati, uno integra l’altro e ne facilita la comprensione: per questo vi è in entrambi un segnalibro con un indice specifico, che consente un’immediata connessione tra i due lavori.

BIOENERGETICA PER TUTTI – PREVENZIONE E BENESSERE

Autore: Maria Alborghetti
Anno di pubblicazione: 2004
Editore: Universo Editoriale

Redatto dalla Dott. Maria Stallone Alborghetti, psicoterapeuta di formazîone junghiana e Bioenergetica, docente e local trainer nella società italiana dì Analisi Bioenergetîca (SIAB). La sua esperienza ha dato luogo a numerose ricerche scientifiche sulla prevenzione e sul benessere. BIOENERGETICA PER TUTTI è utile per chi desideri apprendere l’Analisi Bioenergetica. Tutti gli esercizi fotografati sono stati messi a punto durante trent’anni di lavoro terapeutico con allievi e pazienti di tutte le età; essi hanno offerto conferma dell’efficacia della Bioenergetîca nella salute, nell’amore e nel lavoro, un’efficacia già messa in luce da Wilhelm Reich e Alexander Lowen.

LA VOCE DEL CORPO. IL RUOLO DEL CORPO IN PSICOTERAPIA

Autore: Alexander Lowen
Anno di pubblicazione: 2009
Editore: Astrolabio Ubaldini

Gli scritti inediti qui presentati sono in parte conosciuti dai praticanti bioenergetici come le ‘monografie di Lowen’. Si tratta di una raccolta emblematica, che copre l’arco di vent’anni di ricerca, dal 1962 al 1982, colmando una grossa lacuna nella letteratura bioenergetica. Vi vengono infatti discussi e sviscerati tutti i temi fondanti del pensiero loweniano: il rapporto tra stress e malattia, il piacere in relazione al corpo, il rapporto tra respiro e movimento e tra pensiero e sentire, il legame tra volontà di vivere e voglia di morire, l’aggressività e l’orrore. Nella vastità degli argomenti trattati, due temi spiccano per centralità e profondità di analisi: la relazione tra sesso e personalità e il valore ineludibile che ha l’autoespressione per la salute e la guarigione psicocorporea. Tutto ciò che inibisce o rende difficoltosa l’espressione di sé è, nell’ottica bioenergetica, fonte di stress e di possibile malattia: l’emozione che non può essere espressa si trasforma in tensione per i muscoli che dovrebbero essere coinvolti nella sua espressione. La grande intuizione che Lowen, partendo da Freud e passando per Reich, ha sviluppato in modo del tutto innovativo è proprio il rapporto diretto tra inibizione e tensione: tale rapporto è talmente stretto che è possibile valutare e riconoscere quali emozioni e impulsi siano stati inibiti in una persona soltanto studiando le sue tensioni muscolari.

ANALISI BIOENERGETICA IN DIALOGO

Autore: Nicoletta Cinotti , Corrado Zaccagnini 
Anno di pubblicazione: 2009
Editore: Franco Angeli

Filo conduttore di questo volume che raccoglie contributi dei più autorevoli esponenti internazionali dell’analisi bioenergetica è il dialogo. Dialogo inteso sia come esperienza di confronto tra analisi bioenergetica e altri approcci psicodinamici, che come qualità dello scambio clinico. Un dialogo mediato dal linguaggio del corpo per arrivare al linguaggio verbale, dalla conoscenza implicita per arrivare alla conoscenza esplicita, dal non consapevole per arrivare alla consapevolezza condivisa tra paziente e analista. Questo dialogo è un percorso che cresce e si nutre proprio della condivisione reciproca. In questo modo il viaggio della psicoterapia non è solo un percorso di cambiamento per il paziente, ma per entrambi: è un reciproco sistema di sviluppo. Il tema della regolazione degli affetti, altro filo conduttore del volume, coglie lo svolgersi temporale dell’esperienza terapeutica, la sua unicità e la sua modulazione favorendo il processo di integrazione del sé, nei suoi aspetti corporei, emotivi e cognitivi. È, inoltre, nell’integrazione tra sé corporeo e i processi dell’io che si realizza il grounding, il radicamento nella nostra realtà interna ed esterna e la necessaria relazione tra questi due mondi. Questa integrazione è la base dalla quale partire per sperimentare la ricca esperienza soggettiva dell’ “essere con” l’altro. Diversi eppure in relazione, diversi eppure insieme. Lo sviluppo della capacità di risonanza corporea, elemento importante della formazione in analisi bioenergetica, rafforza la costruzione dell’alleanza terapeutica e costruisce una sorta di “memoria dell’altro”. Quella sensazione interna che abbiamo rispetto alle persone, rispetto ai nostri pazienti. Una memoria non verbale, ma percettiva che ci fa conoscere l’altro come parte di noi. Non è l’analisi che integra, ma, come ripeteva spesso Gabriella Buti Zaccagnini, il raccogliere, con la propria consapevolezza, la complessità della nostra esperienza.

LE FORME DELL’ADDIO. EFFETTI COLLATERALI

Autore: Telfener Umberta
Anno di pubblicazione: 2007
Editore: Castelvecchi

Cosa c’è dietro una separazione? Quali motivazioni si nascondono dietro un abbandono? Cosa si prova a fare i conti con l’assenza della persona amata, con quella sensazione di vuoto emozionale che ci spinge improvvisamente a “non voler più vivere”? La psicologa e psicoterapeuta Umberta Telfener affronta, sulla base di una solida ricerca clinica e scientifica, tutte le forme dell’abbandono: il distacco inteso come separazione momentanea o definitiva, imposta o inevitabile, capricciosa o necessaria. E offre consigli, soluzioni e vie d’uscita per superare la situazione di stallo in cui si cade quando si viene lasciati.