Infanzia e adolescenza2018-04-12T11:23:36+02:00

Infanzia e adolescenza

LE FIABE PER AFFRONTARE IL BULLISMO. UN AIUTO PER GRANDI E PICCINI

Autore: Maria Calabretta
Anno di pubblicazione: 2009
Editore: Franco Angeli

Chi sono veramente i bulli? Come riconoscere i segnali di disagio dei ragazzi e come intervenire in modo efficace? Per genitori e insegnanti, e per ogni persona che intende capire meglio e di più, il testo si propone di indirizzare verso atteggiamenti consapevoli e la ricerca di soluzioni alternative con le fiabe. Il bullismo non è una problematica di singoli individui e di singole famiglie, ma è molto di più. È il risultato di una dinamica complessa nella quale scuola e famiglia sono chiamate in prima persona ad intervenire. L’autrice di questo volume conduce il lettore nei meandri labirintici delle dinamiche giovanili, suggerendo all’adulto – genitore, amico o insegnante che sia – di ascoltare attentamente il ragazzo, di capirlo e di guidarlo con strumenti adeguati.

ADOLESCENTI E NUOVE DIPENDENZE. LE BASI TEORICHE, I FATTORI DI RISCHIO, LA PREVENZIONE

Autore: Alessandro Couyoumdjian, Roberto Baiocco, Carlamaria Del Miglio
Anno di pubblicazione: 2006
Editore: Laterza

Le basi teoriche, i fattori di rischio e di prevenzione di alcune delle forme di dipendenza più attuali in adolescenza, dalle dipendenze relazionali alle dipendenze alimentari e da esercizio fisico, dal gioco d’azzardo compulsivo alle dipendenze tecnologiche, con una particolare attenzione agli aspetti clinici ed evolutivi: un manuale operativo che esamina singoli quadri clinici e fornisce indicazioni sulla diagnosi, sugli strumenti di valutazione, sul decorso e infine sui possibili interventi preventivi e terapeutici.

LE FIABE PER PARLARE DI SEPARAZIONE. UN AIUTO PER GRANDI E PICCINI

Autore: Anna Genni Miliotti
Anno di pubblicazione: 2009
Editore: Franco Angeli

Il momento della separazione dei propri genitori non è mai un momento facile, soprattutto per un bambino. Sono tanti gli interrogativi che si pone, e moltissime le sue ansie e paure. E non è sempre facile, per un genitore, trovare le parole giuste per spiegare al proprio figlio cosa stia accadendo e quali saranno i cambiamenti cui andrà incontro. Con una fiaba si può affrontare meglio la realtà, perché attraverso la fiaba il bambino può elaborare dolori e paure e può trovare vie per esternare i propri sentimenti. E una fiaba può essere l’occasione di dialogo anche con gli adulti. La lettura di questo testo, che propone fiabe e testi scritti non solo da adulti ma anche da bambini, regala emozioni, sorprese e allo stesso tempo offre tanti strumenti utili ad affrontare o meglio comprendere questo delicato momento guardando al futuro senza più alcuna paura.

I BAMBINI CI EDUCANO. BASTA OSSERVARLI SONO IL NOSTRO SPECCHIO

 

Autore: Donato Manuel
Anno di pubblicazione: 2010
Editore: Armando Editore

Il bambino, fin dal suo concepimento, ha un grande compito. La sua crescita, specialmente nei primi anni di vita, dipende non solo dalle sue caratteristiche come “Io” unico e irripetibile, ma anche dall’ambiente e dalle persone che lo circondano. Queste persone hanno due grandi opportunità: quella di aiutarlo a crescere e quella di evolversi grazie al suo aiuto. Il bambino, infatti, porta con sé un grande dono: specchiare il mondo che lo accoglie e soprattutto genitori ed educatori. I suoi stati d’animo, la sua salute, le sue azioni sono un riflesso dell’anima che non si può trovare altrove! In un’epoca dell’umanità dove la coscienza e la conoscenza sono i maggiori pilastri della futura evoluzione, l’uomo ha la possibilità di rinnovare continuamente se stesso, in un costante processo di autoeducazione dove i primi educatori sono proprio i bambini.

AIUTAMI A CRESCERE. CAPIRE E ACCOMPAGNARE IL BAMBINO NEL SUO SVILUPPO

Autore: Franco del Casale
Anno di pubblicazione: 2011
Editore: Paoline Editoriale Libri

Una personalità armonica può significare la felicità di una persona, mentre una personalità disarmonica è più esposta al rischio di conflitti. La personalità è il risultato dell’interazione del patrimonio originale che ogni persona riceve venendo al mondo e il contesto ambientale in cui si trova a vivere. Un ambiente positivo, infatti, favorisce lo sviluppo genetico e quindi una struttura adeguata della personalità; mentre un ambiente ostile può promuovere deviazioni o blocchi.I l testo prende in considerazione lo sviluppo del bambino da zero a sette anni, analizzandone le varie fasi e offrendo così un valido aiuto per capire la genesi di eventuali conflitti e individuarne le motivazioni. Si sottolinea l’importanza del ruolo dei genitori per la definizione di una personalità armonica e serena e la necessità di rispondere all’esigenza di ogni bambino che è appunto quella di essere aiutato a crescere. Il saggio coniuga la necessità di offrire elementi teorici irrinunciabili con la necessità di offrire ai genitori dettagli concreti che l’Autore attinge alla sua lunga esperienza di terapeuta. Ogni capitolo si chiude con una scheda riassuntiva dell’argomento trattato. In appendice un questionario per genitori e educatori.

CHE COSA FARO’ DA GRANDE? IL FUTURO COME LO VEDONO I NOSTRI FIGLI

Autore: Gustavo Pietropolli Charmet
Anno di pubblicazione: 2012
Editore: Laterza

“Il futuro di cui discuterò in queste pagine non coincide esattamente con il significato che gli attribuiscono psicosociologi, economisti, giornalisti e politici: la dimensione futura che cerco di indagare è di ispirazione psicoanalitica, è l’idea di ciò che auspicabilmente si riuscirà ad essere e fare in un tempo detto futuro. L’autentico desiderio potrà esprimersi ed essere realizzato nella misura in cui si saranno sviluppate le competenze necessarie. Parlerò quindi del progetto di crescita, di cambiamento, di realizzazione di ciò che si avverte come parte più autentica del sé, discuterò della fantasia concernente la propria evoluzione verso la pienezza delle capacità di amare e di farsi amare, di lavorare creativamente ottenendo il legittimo riconoscimento economico come espressione concreta dell’essere riusciti a rendersi socialmente visibili dopo la lunga fase di dipendenza dalla famiglia di origine. Proprio perché il futuro è sinonimo di crescita della parte più autentica di se stessi e promette la prosecuzione verso l’alto del processo di conoscenza delle proprie verità, vederlo appannarsi e sparire nelle nebbie di un contesto sociale, economico e culturale che si schiera contro la sua realizzazione, colpisce al cuore il sistema motivazionale e crea un lutto doloroso: assieme al futuro muore la speranza, l’autenticità, il piacere di vivere per crescere e diventare se stessi”.

DISLESSIA EVOLUTIVA

Autore: Claudio Vio, Cristina Toso
Anno di pubblicazione: 2012
Editore: Carocci

Quali sono le problematiche che un bambino con dislessia evolutiva incontra nel suo percorso scolastico? Quali sono le possibilità di intervento? Quando poi è veramente necessario intervenire? Per quanto tempo? Soprattutto, con quali strumenti? A queste domande intende dare una possibile risposta questo piccolo manuale operativo. Gli autori innanzitutto propongono un’approfondita analisi della letteratura a seconda della tipologia del disturbo, dei deficit evidenziati e delle loro interpretazioni. Poi forniscono, è questo il cuore del volume, numerose indicazioni operative per tutti coloro che a vario titolo si occupano di disturbi specifici dell’apprendimento. Viene documentato un percorso che guiderà il clinico all’identificazione delle prove discriminative per ogni componente necessaria all’acquisizione della tecnica della lettura e della scrittura, fino agli strumenti di intervento per il recupero dell’abilità del bambino. Le procedure di trattamento selezionate sono quelle che si propongono nella letteratura esistente come teoricamente fondate e di facile riproducibilità e reperibilità. Infine, vengono fornite indicazioni pratiche rivolte a insegnanti e genitori su come comportarsi con il bambino.

ABBASSO I BULLI. COME GUARIRE PREPOTENTI E VITTIME

Autore: Fonzi Ada, Fonzi Carlotta
Anno di pubblicazione: 2012
Editore: Ponte alle Grazie

Tutte le mattine la stessa storia. Michele non vuole andare a scuola. È sempre triste, agitato, solitario. I suoi genitori non sanno più che fare. Il padre, importante avvocato, è perfino irritato dalla ritrosia e dalla timidezza di quel ragazzino, così diverso da lui. Ma finalmente un giorno Michele riesce a sfogarsi, e la radice del problema viene alla luce. A scuola c’è un gruppetto di prepotenti che lo tormenta. Brutti scherzi, insulti, continue umiliazioni. Inizia così un percorso parallelo che coinvolge la piccola vittima e, inaspettatamente, suo padre verso la “guarigione” e la consapevolezza: quello sguardo lucido che l’io narrante conquista faticosamente dentro di sé nello sforzo di aiutare il figlio, lasciando affiorare i ricordi di quando proprio lui era il prepotente della scuola. Ada e Carlotta Fonzi, madre e figlia, rispettivamente psicologa e esperta di cinema, hanno costruito una vera e propria parabola terapeutica, privilegiando il “sentire” rispetto al “capire”, lo sguardo sulla vita rispetto all’approccio disciplinare. La chiave per sconfiggere i prepotenti consiste nel disinnescare la rete di relazioni “malate” che si cristallizzano intorno alla vittima e al carnefice, due ruoli nient’affatto prestabiliti, ma spesso intercambiabili: anche il bullo nasconde un disagio profondo, che cerca di risolvere con la violenza gratuita e i soprusi che infligge agli altri.

A SCUOLA DI EMOZIONI Insegnanti e genitori ascoltano gli adolescenti

Autore: Silvia Masci
Anno di pubblicazione: 2012
Editore: Armando

La scuola non è solo il luogo in si apprende, ma anche quello in cui si creano nuove esperienze, conoscenze e si stabiliscono affetti. Perché allora non parlare delle emozioni? Finché i sentimenti sono relegati in un diario o in un blog, gli adulti non potranno mai aiutare i ragazzi a capire le proprie emozioni e fornire loro i mezzi per affrontare le diverse esperienze interiori. C’è bisogno di spazi e di tempi per permettere ai ragazzi di parlare di quello che sentono, per comprendersi e accettarsi, perché la storia affettiva ed emozionale sono parte fondamentale e strategica della crescita.

LE EMOZIONI DEI BAMBINI

Autore: Ghislieri C., Colombo L.
Anno di pubblicazione: 2014
Editore: Raffaello Cortina

Il volume presenta il contributo della psicologia del lavoro e delle organizzazioni alla comprensione delle dinamiche che modulano l’equilibrio tra ruolo lavorativo e vita privata. Quali sono i modelli teorici utilizzati per spiegare la conciliazione? Qual è il ruolo dell’organizzazione nel sostenere o nell’ostacolare la conciliazione? Quali le implicazioni per la pratica organizzativa e le soluzioni, formali e informali, in grado di sostenere la conciliazione? Quali sono le vie della ricerca, tra approccio qualitativo e quantitativo, allo studio della conciliazione? Le risposte a queste domande vengono rintracciate sia nella letteratura scientifica di riferimento sia in esempi concreti tratti da ricerche effettuate in contesti lavorativi. Le curatrici di questo volume si propongono di offrire a studenti, studiosi e professionisti riferimenti teorici e dati empirici utili a riflettere sul tema della relazione tra differenti domini di vita e a progettare ulteriori studi e interventi pratici per promuovere un equilibrio migliore.

TI AIUTO A CRESCERE

Autore: Mariannina Amato
Anno di pubblicazione: 2014
Editore: Sovera

La femminilità/virilità nasce dall’evoluzione del processo di genere e accompagna lo sviluppo psicologico-relazionale del soggetto sin dai primi giorni di vita connotando l’identità della persona. Si manifesta con un sentimento intimo di apprezzamento del proprio Sé legato all’appartenenza a una delle due categorie sessuali e con l’espansione del proprio sentire nel contesto sociale. È un processo affettivo-comunicativo-educativo fortemente dinamico che si determina con l’evoluzione sessuale. La femminilità/virilità genera nell’individuo una continua ricerca e sperimentazione del proprio Sé.

IL BAMBINO COME INDIVIDUO

Autore: Michael Fordham
Anno di pubblicazione: 2014
Editore: Magi Editore

Michael Fordham è stato il primo ad applicare la teoria junghiana degli archetipi allo studio dello sviluppo del bambino e la sua scoperta che il processo di individuazione comincia fin dai primissimi stadi della formazione dell’Io costituisce una pietra miliare della psicologia dell’età evolutiva. Nel volume l’autore presenta le teorie del Sé, dell’inconscio collettivo e dell’Io applicate alle fasi di maturazione del bambino. Nella presentazione del suo modello concettuale – che è preceduta dai capitoli dedicati al gioco, ai sogni e ai disegni – Fordham pone un forte accento sull’ importanza del Sé e delle immagini archetipe nello sviluppo infantile.  «L’analista dell’infanzia», afferma, «sarà più frequentemente in rapporto con il Sé e le immagini archetipiche che con un Io non ancora del tutto coerente». Lo sviluppo del bambino non prescinde mai dalla famiglia e dalla società, ma le dinamiche di queste influenze vengono qui fortemente ridimensionate tenendo conto delle intrinseche spinte del bambino verso la realizzazione della sua unica e irripetibile personalità. Un grande cambiamento, quindi, nel modo di considerare il bambino: non più parte dei suoi genitori, ma l’individuo a sé. Il libro include affascinanti descrizioni dei casi clinici, che – uniti alla chiarezza espositiva della parte teorica – ne fanno un volume fondamentale per chiunque si occupi dell’infanzia e per chiunque voglia approfondire la comprensione dei bambini.